Visita alla Cattedrale di San Lorenzo di Genova e alla sua torre

Posted by

Eretta intorno all’anno 1098 su una precedente basilica del V – VI secolo, la cattedrale intitolata a San Lorenzo Martire custodisce le ceneri del patrono della città San Giovanni Battista, giunte a Genova alla fine della Prima Crociata.

La Cattedrale di San Lorenzo, di aspetto romanico-gotico, con ai lati della facciata due leoni ottocenteschi. Fu consacrata nel 1118 sostituendo la basilica dei Dodici Apostoli, dedicata nel VI secolo a San Siro vescovo di Genova, che a quei tempi si trovava al di fuori dell’antico nucleo della città e diventò Cattedrale nel IX secolo. La facciata marmorea a strisce bianche e nere, con due torri campanarie. La torre di destra è completata da un campanile, mentre quella di sinistra è chiusa in una loggetta. I portali sui fianchi della chiesa sono dedicati a San Giovanni e a San Gottardo. L’interno è a tre navate, precedute da un atrio, della fine del duecento. La cupola, opera di Galeazzo Alessi, è del 1536.

All’interno della Cattedrale è ancora oggi visibile una copia esatta di un grosso proiettile “di marina” che si dice sia una bomba lanciata da una fregata inglese nel 1941 e che fortunatamente non esplose.

In base ai ritrovamenti archeologici una comunità cristiana stabile è stata presente nella città di Genova nella metà del III secolo, ed usava come luogo di sepoltura la zona di San Lorenzo. La storia che da sempre affascina è legata alla statuina di un cane. Si narra che addetto ai lavori abbia perso il suo fedele amico e abbia voluto ricordarlo scolpendolo sulla facciata della chiesa. La leggenda vuole che chiunque riesca ad individuare la statua del cane tra le decorazioni e ad accarezzarla sarà destinato a trovare l’amore della sua vita. Quindi quando visitate il Duomo tenete gli occhi ben aperti, anche perchè al contrario sarete destinati ad una vita triste. E voi l’avete mai vista? Un altro simbolo emblematico presente nella chiesa è una scacchiera che si trova verso la base della torre di sinistra. E formata da 64 caselle rosse e bianche, forse riconducibile ai cavalieri Templari. Ma c’è anche un altra versione legata alla scacchiera, che vuole che questo simbolo sia legato alla nascente rivalità tra Genova e Pisa, risolta con una partita a scacchi vinta dai genovesi.

Visita alle Torri

Il museo Diocesano, in collaborazione con la Cattedrale di San Lorenzo,organizza visiteall’interno della Cattedrale. Come prima tappa si sale nella Tribuna del Doge, da cui si gode di una vista mozzafiato sulla navata centrale, e si conclude con la salita alla Loggia di Giovanni da Gandria, sulla torre di nord–est, per godere di un punto di vista privilegiato da cui ammirare con lo sguardo tutta la città.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...